travel sector 2020
Freelancer Woman Working Using Laptop Sitting On The Hood Of A Car. Travelling Around The World. Freelancer Working on New Startup Project Using Laptop Computer And Wireless Connection. Freelance Summer Travel
Travel Tech Ultime notizie

Turismo e Covid-19: soluzioni innovative per tornare a viaggiare sereni

Compagnie aeree, alberghi e tutto il comparto legato ai viaggi sono stati travolti dalla pandemia. Secondo gli analisti, Covid-19 ha colpito l’industria dei viaggi più duramente dell’attentato alle Torri Gemelle di New York e della crisi economica del 2008 messi insieme.

E’ stato peggio di quanto si potesse immaginare – commenta Máire P. Walsh, SVP Digital Technologies di Enterprise Ireland e tra le maggiori esperte di travel tech. – L’aspetto più devastante è che tutto è successo all’improvviso. Gli operatori hanno visto in pochi giorni cancellate le prenotazioni da Aprile all’estate, con un impatto immediato sul cashflow. Comunque, complice l’estate, ci sono segnali di ripresa. I primi a ripartire sono i viaggi domestici, accompagnati dal noleggio auto e affitto case. Invece ci vorrà più tempo per vedere una ripresa nei grandi eventi e nei viaggi internazionali, anche a causa della quarantena di 14 giorni imposta in molti Paese.C’è molta voglia di tornare a viaggiare, ma in modo sicuro e con informazioni chiare e coordinate”.

L’Unione Europea ha lanciato una app e un sito con informazioni sempre aggiornate su livello di contagi e regole adottate in ogni Paese della Comunità. La situazione è in continua evoluzione e ciò crea incertezza.

“Il modo di viaggiare sta cambiando – aggiunge Máire P. Walsh – Per esempio, se prima del Covid-19 le prenotazioni arrivavano da tre a sei mesi prima, oggi è tutto last minute, con al massimo due settimane di anticipo”.

Ciò che il 9/11 è stato per le norme di sicurezza negli aeroporti, Covid-19 è per le regole sanitarie. Gli operatori del settore cercano soluzioni innovative per ritornare a viaggiare. Ci son molte imprese irlandesi specializzate nel travel-tech pronte a soddisfare questa domanda e a dare sicurezza ai viaggiatori. Ecco secondo Máire P. Walsh qualche esempio di soluzioni efficaci messe a punto da imprese supportate da Enterprise Ireland e già operative in vari Paesi.

Daon

Specializzata in sistemi di riconoscimento biometrici, Daon sta implementando nel Denver International Airport , il 5° aeroporto degli Stati Uniti, la tecnologia per eliminare i contatti fisici e gli assembramenti durante la permanenza nell’hub: dal check-in ai controlli di polizia, dall’imbarco del bagaglio agli acquisti nei negozi e nelle caffetterie.

HaloSOS

Ecco un altro esempio di innovazione made in Ireland per la localizzazione immediata in ogni tipo di emergenza. Fino ad oggi ha avuto applicazioni soprattutto nei grandi eventi, ma è stata estesa per fornire rapide informazioni al personale nel caso siano stati in contatto con un collega contagiato dal Covid-19”, spiega Maire P. Walsh.

iHotellingence

La sua piattaforma software permette ai turisti di gestire attraverso il proprio telefono tutti gli aspetti del soggiorno in hotel: dal check-in al servizio in camera alla prenotazione di ogni attività.

Mobility Mojo

Già efficace strumento per valutare l’accessibilità delle strutture alberghiere – da Virgin Hotels al Prem Group – ha aggiunto un ranking che presenta i protocolli di igiene e le regole applicate dall’albergo. Come sottolinea Máire P. Walsh: “Questo è esattamente il genere di informazioni che le persone richiedono e che può aiutare la ripresa”.

Parly

La piattaforma di Intelligenza Artificiale è già stata adottata da Ryanair per rispondere alle migliaia di richieste giornaliere e offrire subito informazioni esaurienti prima di collegarsi al customer service. Il sistema risponde a messaggi in numerose lingue che arrivano da ogni tipo di canale inclusi web, email, social, risponditori automatici e smart speaker come Alexia e Google.

Taoglas

La sua CROWD Insights™ è la piattaforma analitica che offre in tempo reale informazioni su assembramenti e distanziamento sociale sia all’interno di hotel e aeroporti sia all’aperto.

UrbanFox

Lo specialista contro le frodi informatiche, sta collaborando con importanti operatori del travel per difendere da attacchi e furti i dati legati ai programmi di fedeltà.

Ventilux

Una procedura che sta diventando un’abitudine in ogni aeroporto è la misurazione della temperatura corporea prima di accedere all’imbarco. Ventilux ha sviluppato un sistema di verifica della temperatura con sensori potenziati dall’Intelligenza Artificiale.

Come sottolinea Máire P. Walsh: “Gli operatori del travel stanno cercando di offrire un’esperienza di viaggio più attraente e sicura. Le opportunità ci sono. La crisi ha generato soluzioni innovative che stanno portando significativi segnali di ripresa anche in questo settore”.

Per conoscere meglio le aziende irlandesi del travel-tech basta contattare Sara Bonomi, market advisor a Milano di Enterprise Ireland.

Related Articles