Fenergo has been at the forefront of the Irish fintech revolution since its foundation in 2009 Fintech

Fenergo alla guida della rivoluzione tecnofinanziaria irlandese

giugno 15 2018 No Comments

Fenergo è stata in prima linea nella rivoluzione tecnofinanziaria irlandese sin dalla sua fondazione nel 2009, quando è nata dallo scorporamento dall’impresa di software Ergo da parte del fondatore Marc Murphy.

“Abbiamo acquistato la proprietà intellettuale per un sistema di apertura conti, sviluppato per Lloyds Bank. Ciò è accaduto quando il mondo si è fermato e nessuno aveva più l’intenzione di concedere prestiti o aprire nuovi conti” ricorda Murphy. “Siamo dovuti entrare molto rapidamente nello spazio della regolamentazione”.

L’America del Nord costituiva un obiettivo naturale per le soluzioni regtech dell’impresa. Dopo alcuni anni dedicati alla creazione del proprio prodotto, nonché ad acquisire una posizione nel mercato, la grande svolta avvenne nel 2012 ottenendo conti con Scotiabank e SunTrust.

“Avere la fiducia di queste banche ha dimostrato al mercato la nostra credibilità e scalabilità” commenta Murphy.

Non molto tempo dopo, Fenergo l’impresa è stata contattata dall’OSFI, il regolatore canadese, al fine di collaborare con Scotiabank, la Banca di Montreal e la Royal Bank of Canada per lo sviluppo di una soluzione regtech che le suddette banche avrebbero utilizzato.

Fenergo’s software and services help financial firms centralise client information and enable the firms to comply with complex regional and global regulations efficiently and quickly

Attualmente, i software e i servizi di Fenergo sono di ausilio alle imprese finanziarie per la centralizzazione delle informazioni dei clienti; inoltre, consentono loro di conformarsi in modo efficiente e rapido ai complessi regolamenti regionali e globali.  Questo processo automatizzato riduce i costi operativi, attenua i rischi e permette agli istituti finanziari la riassegnazione di fondi e risorse ad attività di più elevato valore. Fra i suoi clienti si annoverano Santander, BBVA, BNY Mellon, ABN AMRO e Scotiabank, per citarne alcuni.

Il successo statunitense di Fenergo

Gli Stati Uniti si sono rivelati un terreno fertile per la società. “In ragione della presenza di una dozzina di regolatori che supervisionano le procedure e la legislazione in materia di acquisizione dei clienti, conoscenza dei clienti, antiriciclaggio, protezione degli investitori, rischio, nuova normativa fiscale, ecc., gli Stati Uniti hanno obbligato le banche e gli istituti finanziari a rendere la conformità una priorità”, spiega Murphy.  “Le banche statunitensi hanno potuto beneficiare dei vantaggi offerti da Fenergo grazie all’automatizzazione e alla centralizzazione del processo di conformità.  I nostri clienti statunitensi sono istituti di I livello che possiedono molteplici e svariati sistemi. Implementando le soluzioni di Fenergo, le suddette istituzioni sono in grado di semplificare e centralizzare, non solo il processo di acquisizione, ma anche assicurare la propria conformità”.

US banks have seen the benefits that Fenergo provides in automating and centralising the compliance process

Una parte fondamentale del successo dell’impresa è stato lo stretto rapporto di collaborazione con i clienti. “Uno dei principali caratteri distintivi di Fenergo è stata la creazione di forum di regolamentazione”, afferma Murphy.  “Il Regolatory Forum di Fenergo comprende un collettivo di regolamentazione globale, costituito da oltre 20.000 esperti di rischio e conformità che affrontano le questioni connesse alle sfide poste dai regolamenti finanziari nuovi ed esistenti.”

Murphy afferma che anche Enterprise Ireland, l’agenzia nazionale per le esportazioni, ha svolto un ruolo importante. “Enterprise Ireland ha sostenuto i nostri sforzi di Ricerca e sviluppo, che hanno contributo a rendere i nostri prodotti i migliori al mondo. Uno dei numerosi punti di forza di Enterprise Ireland è la sua presenza all’interno del mercato in tutto il mondo. I suoi consiglieri sono stati di enorme aiuto in termini di presentazione ai clienti e ai partner internazionali più appropriati”.

Guardando al futuro, Murphy prevede crescita continua in tutto il mondo. “Abbiamo concluso una tornata di finanziamenti da $ 85 milioni con Insight Venture Partners e Aquiline Capital Partners nel 2015”, precisa. “È stata un’operazione di vitale importanza. I nostri clienti stanno valutando stanziamenti fino a $ 50 milioni da spendere con noi nel corso di cinque anni e devono essere consapevoli che disponiamo della solidità finanziaria per affrontare un evento di tipo “cigno nero”. Lo scorso anno, questa solidità finanziaria ci ha permesso di competere in 25 RFP (request for proposal) e di vincerne 23. Ne abbiamo persa una e l’altra è stata rinviata. Al momento, abbiamo 600 dipendenti, di cui 300 in Irlanda, e continuiamo a crescere. Un unico team, un unico sogno.”

Related Articles