Skip to main content
Ultime notizie

Su Radio 24-Sole24Ore il reportage: Viaggio nell’Irlanda che corre

A inizio ottobre Anna Marino, giornalista di Radio24-Sole24Ore, ha viaggiato in Irlanda per documentare con una serie di visite e interviste il dinamico ecosistema dell’Irlanda, l’isola dell’Innovazione.

EUROREPORTAGE: Dublino – Europa, viaggio nell’Irlanda che corre” di Anna Marino, è il primo reportage andato in onda e riascoltabile in podcast su: https://www.radio24.ilsole24ore.com/programmi/reportage.

Ecco in breve i contenuti del reportage.

Un’economia in corsa verso il futuro quella dell’Irlanda europea che continua a macinare strada. A Dublino il PNRR guarda soprattutto al domani. È stato approvato il 16 luglio e si basa su quasi un miliardo in sovvenzioni a titolo del RRF (Recovery and Resilience Facility).

Ci sono alcuni settori in cui l’Irlanda è già un terreno ed ecosistema fertile dove far crescere rapidamente nuove PMI e startup. Ad alimentare questo successo è il sistema della cosiddetta tripla elica: imprese, università e istituzioni governative come Enterprise Ireland l’agenzia governativa per lo sviluppo, 1° Venture Capital d’Europa che collaborano insieme con lo stesso obiettivo.

Da considerare in ogni settore la rapidità di crescita delle nuove imprese: Agri e Food Tech, Smart Mobility, Salute, Green Energy, Cyber Security. E c’è un nutrito numero di italiani che si sono trasferiti in Irlanda per lanciare la loro impresa, investire, oltre che fare ricerca in Università. Prospettiva per gli studenti irlandesi e non ma anche per il mondo accademico, che raccoglie professionalità da tutto il mondo per progetti concreti, come nel campo della mobilità sostenibile cui si dedica allUniversity College Dublin il professore italiano Francesco Pilla, che insegna Smart Cities & Urban Innovation ed è project leader di Smart Dublin.

I settori chiave di espansione per i prossimi anni sono la digitalizzazione e la green economy con l’obiettivo di rendere le imprese irlandesi sempre più sostenibili e innovative.

Baricentro in Irlanda e in Europa, Leo Clancy, CEO Enterprise Ireland ci spiega come l’Ente supporta PMI innovative e startup nello sviluppo e globalizzazione. Anche idee italiane, come quella che ci racconta Tom Grizzetti, CEO di HT Materials Science, che con il nanofluid termovettore Maxwell™ rende i data center sostenibili, quelli in Europa concentrati soprattutto a Dublino.L’innovativo prodotto rende i loro sistemi di raffreddamento più efficienti dal punto di vista energetico, riducendo significativamente i costi e le emissioni di carbonio. Nato in Puglia nel 2018, cresciuto al Trinity College di Dublino con Enterprise Ireland, ora è globale e vicino a Lecce è sorto un nuovo stabilimento produttivo.

Inoltre l’Irlanda è in prima linea per trovare soluzioni alla crisi energetica, anche grazie al vento dell’Oceano. Quest’anno è nato il Gael Offshore Network con 65 aziende e startup irlandesi specializzate e già impegnate con soluzioni innovative nei maggiori parchi eolici del mondo, in particolare nel Regno Unito. Progetti e idee che possono essere condivisi con tutti, come spiega Liam Curran, Gael Offshore Network, Enterprise Ireland’s Senior Technologist. Le aziende e startup irlandesi del network offrono soluzioni innovative in ogni fase di progettazione e costruzione. Un esempio lo presenta Andrea Phillips, Chief Commercial Officer, di XOCEAN. Il catamarano senza equipaggio, controllato da remoto e alimentato da energia solare, fornisce servizi di raccolta dati per le installazioni eoliche offshore: che ad oggi sono una opportunità concreta di sfruttare un’immensa riserva di energia come il mare.

Related Articles

Dec 20, 2022

DESI 2022: l’Irlanda è tra i 5 Paesi UE più digitalizzati

Tech

Davra con ESA per il monitoraggio dei pazienti del Santa Lucia IRCCS di Roma