Predire il futuro della tecnologia medica Settore Medtech Ultime notizie

Predire il futuro della tecnologia medica

Jean-Charles Moczarski, consulente per le scienze naturali presso l’ufficio parigino di Enterprise Ireland, descrive come i big data stanno delineando il futuro della tecnologia medica.

Esistono tre importanti tendenze nel settore della tecnologia medica: dati, dati e ancora dati. Vi sono i dati raccolti dagli individui, che una volta raccolti generano dati sulle popolazioni. Poi ci sono i molti modi in cui questi dati possono essere analizzati, consultati e usati per aiutare le persone.

Entro il 2030, è realistico prevedere che elementi come gli smartphone, la tecnologia indossabile e l’Internet of Things (IoT) saranno completamente integrati nelle nostre vite. Mai prima d’ora nella storia della ricerca medica sarà raccolta una quantità così elevata di informazioni dagli individui, generando un volume senza precedenti di big data.

Predire le condizioni di salute future

Alcuni di questi dati saranno basati sugli stili di vita, ad esempio la quantità di esercizio fisico svolto e i bar e i ristoranti frequentati. Alcuni di questi dati verranno acquisiti dai dispositivi, che monitorano parametri quali la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Combinati, i dati forniranno un’istantanea straordinaria dello stato di salute di un soggetto e, con un’interpretazione accurata, aiuteranno a prevedere le condizioni di salute future. Poiché i dati hanno poco valore se non possono essere interpretati, avremo anche strumenti che ci consentano di analizzare i dati in modi nuovi.

Con questi dati, un medico sarà in grado di monitorare la salute di un paziente e ciò renderà superflui i controlli sanitari annuali. Nel caso in cui dovesse verificarsi un problema, i medici possono essere informati automaticamente. Se un medico consiglia a un paziente di cambiare le abitudini alimentari o di svolgere più esercizio e il paziente non segue tali consigli, è possibile annotare anche un tale evento. Queste funzionalità consentiranno di fare progressi nella prevenzione e contribuiranno a migliorare l’adozione di regimi salutistici.

La medicina predittiva è assistita dall’analisi dei dati raccolti da intere popolazioni, in quanto i ricercatori avranno sempre più accesso ai dati generati da milioni di persone per la maggior parte della loro vita e ciò rappresenterà un enorme aumento della dimensione del campione.

Il ruolo dell’Irlanda nello sviluppo della tecnologia medica

L’Irlanda si trova in una posizione unica per beneficiare di questi progressi, per due motivi principali. È il secondo più grande esportatore di dispositivi medici, con un aggregato di oltre 300 aziende mediche. La maggior parte delle aziende tecnologiche più grandi al mondo è presente anche in Irlanda.

Di seguito sono riportate alcune innovative aziende di tecnologia medica irlandesi che si sono guadagnate una reputazione internazionale.

La società irlandese Aerogen ha sviluppato prodotti premiati per l’erogazione di farmaci in aerosol per la terapia intensiva utilizzati in oltre 75 paesi in tutto il mondo.

L’app per smartphone ONCOassist offre ai professionisti di oncologia, l’accesso a strumenti adiuvanti, formule e calcolatori prognostici, oltre ad altre funzionalità. A differenza di molte altre app, è classificata come dispositivo medico e può quindi essere utilizzata come ausilio nelle decisioni cliniche.

Nell’ambito del design, del design creativo e della consulenza per l’innovazione, Dolmen lavora con una vasta gamma di industrie, dalla tecnologia indossabile al design medico. Ha progettato prodotti per Cook MedicalPhilips e Soteira, ottenendo diversi premi.

Collaborazioni tra scienze della vita e tecnologia

La fusione tra grande industria farmaceutica e colossi della tecnologia sta accelerando la prossima rivoluzione nel settore della tecnologia medica, mentre la scintilla che accende questa rivoluzione è come i big tech possano operare con dati e dispositivi medici.

Aziende come Google e Amazon si stanno già facendo strada nel settore sanitario. Nel 2016, Google e il colosso farmaceutico francese Sanofi, entrambi con filiali in Irlanda, hanno annunciato un investimento di 500 milioni di dollari in una joint venture per sviluppare trattamenti per le persone affette da diabete.

La partnership tra l’esperienza di Google nell’elettronica miniaturizzata, l’analisi e lo sviluppo di consumer software e l’esperienza clinica di Sanofi è un esempio di come società complementari di settori precedentemente separati stiano unendo le forze.

Sul fronte dell’intelligenza artificiale (AI), Alexa, il sistema di riconoscimento vocale di Amazon, è in fase di test negli ospedali statunitensi come ausilio per i chirurghi nelle sale operatorie.

I rischi della tecnologia medica

Sebbene le fusioni tra le industrie abbiano un potenziale enorme, devono essere affrontati anche dei rischi. I prodotti che fanno molto affidamento sul software possono essere vulnerabili agli attacchi informatici, agli hacker e ai tempi di inattività generali dell’IT.

Se vogliamo abbracciare e beneficiare dell’era dei big data, dovremo assicurarci che i nostri dati siano sicuri e di poter accedere ai trattamenti sanitari in qualsiasi momento questi risultino necessari.

Nova Leah, una start-up irlandese che opera nel campo della sicurezza informatica, sebbene sia nata solo due anni fa si è già affermata come attore importante in questo ambito.

I loro prodotti innovativi assicurano che i singoli dispositivi si connettano in modo sicuro e protetto alle reti ospedaliere. In ogni grande ospedale, in qualsiasi momento ci sono molti dispositivi che raccolgono dati e li caricano su un server.

È sufficiente che uno di questi dispositivi sia vulnerabile e attaccato da un ransomware per ottenere l’accesso non solo al dispositivo, ma potenzialmente all’intero sistema ospedaliero o sanitario.

Il mercato sanitario digitale dovrebbe raggiungere 379 miliardi di dollari nei prossimi sei anni. È una somma enorme, di cui l’Irlanda beneficerà.

Sebbene nei prossimi decenni ci saranno senza dubbio scoperte in molti campi della medicina, il progresso maggiore avverrà nel campo dell’influenza generale assunta dai dati, grandi e piccoli.