Agritech Ultime notizie

OCSE-FAO 2019-2028: più innovazione in campo darà più cibo. Come? Seguendo l’esempio dell’Irlanda

Secondo il rapporto OSCE-FAO 2019-2028, nei prossimi 10 anni, la crescita del 15% della domanda globale di prodotti agricoli sarà supportata da un aumento della produttività a parità di risorse e con costi minori. Proprio come avviene in Irlanda.

È stato appena presentato a Roma, l’ultimo rapporto redatto dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo economico e all’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura.

L’OcseFao 2019-2028 esamina le prospettive per i prossimi 10 anni dei mercati delle materie prime agricole e ittiche a livello nazionale e globale. Il dato che più sorprende è che l’aumento previsto del 15% della domanda globale di prodotti agricoli sarà soddisfatto grazie all’innovazione introdotta in agricoltura. I maggiori rendimenti produttivi saranno dovuti alle nuove tecnologie, poiché l’uso di terreni agricoli rimarrà costante.

L’Europa e in particolare l’Irlanda aumenteranno le esportazioni. Uno scenario confermato dai risultati raggiunti negli ultimi anni della Repubblica d’Irlanda. Le tecnologie innovative introdotte nell’isola, infatti, hanno fatto crescere l’export agricolo del 45% negli ultimi 5 anni.

L’Irlanda con 5 milioni di abitanti, produce cibo per 35 milioni di persone. Una nazione grande come la Lombardia è il principale esportatore di carne d’Europa ed uno dei primi al mondo.

Intelligenza artificiale, robot e droni non sono fantascienza, ma realtà nelle campagne irlandesi dove lavorano circa 250 mila persone. Sistemi telematici di monitoraggio e alimentazione, macchinari per la raccolta e imballo del foraggio, carri miscelatori: sono brevettati qui ed esportati nel mondo.

Il risultato è un livello altissimo di sostenibilità, di benessere per gli animali e di prodotti di alta qualità, completamente tracciabili “dalla fattoria alla forchetta”. Un successo che è il frutto di costanti investimenti in R&D sia in istituti scientifici sia direttamente presso le aziende manifatturiere. L’obiettivo è diventare “l’isola dell’agritech”. Un progetto supportato anche da un investimento di € 20 milioni da parte di Ireland Strategic Investment Fund (ISIF) e dal Finistere Ventures in start-up e aziende innovative.

Ma l’obiettivo non è solo aumentare le esportazioni, ma anche rispondere alla necessità di ridurre pesticidi, antibiotici e le emissioni di gas ad effetto serra. Enterprise Ireland, l’ente governativo per l’export e l’innovazione, favorisce la diffusione delle nuove tecnologie agro-ingegneristiche anche in Italia per un’agricoltura 4.0.

Related Articles

Agritech
Sep 23, 2019

Tutti i progetti premiati all’Innovation Arena 2019 per l’agricoltura del futuro

Agritech
Sep 10, 2019

L’agricoltura del futuro all’Innovation Arena di Enterprise Ireland, la principale vetrina europea dell’agritech.

Agritech

L’evoluzione di KEENAN chiude il cerchio con una tecnologia che mira a creare un allevamento più tecnologico e quindi piu’ efficiente