traveltech_viaggi-irlanda Travel Tech Ultime notizie

La tecnologia che fa viaggiare il mondo è irlandese

L’Irlanda è oggi il principale polo del traveltech. Le vacanze e i viaggi di milioni di persone, italiani compresi, sono gestite da innovative imprese irlandesi.

Un volo acquistato last minute online? La ricerca del miglior hotel al prezzo più conveniente? Sono tutte azioni ormai normali per milioni di persone in tutto il mondo, Italia compresa. Ma come è possibile tutto ciò? La tecnologia ICT applicata al settore del turismo è tra le più sofisticate quanto tra le più usate con facilità ogni giorno. Quella tecnologia che fa viaggiare il mondo nasce in Irlanda.

Da semplice tappa di rifornimento per i voli transoceanici, l’isola è diventata il principale centro di sviluppo del traveltech. Le radici passano attraverso personaggi come Lilian Bland, la prima donna a diventare ingegnere aeronautico e pilota.

Questa tradizione aeronautica ha contribuito a ispirare ulteriori successi: dalla creazione del primo shopping duty-free allo sviluppo del leasing di aeromobili. Oggi, oltre il 50% delle compagnie aeree commerciali affittate nel mondo sono gestite dall’Irlanda. Inoltre sono irlandesi alcuni dei protagonisti del trasporto aereo come, Michael O’Leary di Ryanair, Alan Joyce di Qantas e Willie Walsh di IAG, l’International Airlines Group.

La forte spinta in R&D sostenuta da Enterprise Ireland, l’agenzia governativa per lo sviluppo e l’innovazione, ha dato vita a nuove imprese diventate in pochi anni leader mondiali. Proprio il travel tech è il settore più frizzante del dinamico ecosistema di start-up.

L’Irlanda è la nazione europea Numero 1 nell’Innovazione. Qualche esempio? Hostelworld, la piattaforma di prenotazione online focalizzata sugli ostelli. Oppure CarTrawler la piattaforma di viaggio B2B che fornisce soluzioni di trasporto a quasi un miliardo di passeggeri ogni anno.

Non è casuale che sia irlandese l’anima del Travel Massive, il principale network di operatori e innovatori dell’industria turistica mondiale. L’Irlanda è da 40 anni il secondo principale esportatore di software del mondo. Uno dei suoi punti di forza è lo sviluppo dell’intelligenza artificiale che sta giocando un ruolo determinante nell’industria dei viaggi. Un settore importantissimo per l’Italia.

Il Bel Paese continua ad essere tra le mete più desiderate dai turisti di tutto il mondo. Il loro numero è in crescita con circa 63 milioni di arrivi nel 2018. Anche agli italiani piace andare in vacanza, tanto che nel 2018 hanno effettuato 79 milioni di viaggi con pernottamento.

Gli operatori italiani del settore possono migliorare il loro business proprio grazie ai nuovi strumenti high tech sviluppati da imprese irlandesi. Per conoscere le opportunità più adatte basta rivolgersi all’ufficio di Milano di Enterprise Ireland. Il viaggio nel futuro dell’industria delle vacanze comincia così.

Related Articles