Settore Medtech Ultime notizie

L’influenza continua della tecnologia sul futuro della sanità digitale

Donal Cummings, Vicepresidente del reparto sanità digitale e scienze biologiche della sede Enterprise Ireland di Chicago, illustra i cambiamenti previsti per i prossimi anni nel campo della sanità digitale.

La tecnologia gioca un ruolo sempre più importante nella fornitura dell’assistenza e nell’esperienza sanitaria a livello internazionale. Secondo le stime degli esperti, entro il 2024 il mercato globale della sanità digitale supererà i 300 miliardi di euro. La crescita sarà guidata principalmente dal mercato statunitense, che potrebbe contribuire con ben 122 miliardi di euro al valore totale.

“Sanità digitale” è un’espressione generica per tutto quello che, in base alla definizione della US Food and Drug Administration, consente la “convergenza di persone, informazioni, tecnologia e connettività al fine di migliorare l’assistenza sanitaria e i suoi esiti”. L’espressione “sanità digitale” copre prodotti di ogni tipo, dai dispositivi indossabili per i consumatori, come Fitbit, alle cartelle sanitarie elettroniche e dalla telemedicina alla genomica.

Stanno emergendo alcuni trend tecnologici generali che potrebbero avere un impatto determinante sulle modalità future di fornitura dell’assistenza sanitaria.

Due delle più interessanti trend sono costituite dalla sicurezza informatica e dalla realtà aumentata (AR, Augmented Reality). La sicurezza informatica sta diventando un problema nel settore Medtech. Le preoccupazioni legittime per la privacy dei dati sanitari, insieme alla crescente digitalizzazione dei dati nelle varie piattaforme, hanno creato una situazione che espone le organizzazioni sanitarie agli attacchi informatici.

Abbiamo assistito a un’impennata degli attacchi ransomware, in cui un hacker estorce denaro in cambio della restituzione delle informazioni sanitarie rubate. Questa minaccia informatica non interessa solo gli operatori sanitari. La diffusione della Internet of Things alimenta la paura degli attacchi ai dispositivi medicali. L’esigenza di contrastare queste minacce e i requisiti di conformità alle normative emergenti sono destinati ad aumentare l’importanza del ruolo svolto dalla sicurezza informatica nel settore sanitario.

Due innovative società irlandesi stanno dimostrando come le moderne tecnologie contribuiranno a placare questi timori negli anni futuri.

La start-up irlandese Nova Leah è stata fra le prime ad affrontare il problema, sviluppando il primo sistema esperto di valutazione dei rischi di sicurezza informatica per i dispositivi medicali. Fondata e diretta presso il Dundalk Institute of Technology da Anita Finnegan, un’esperta in materia di fama internazionale, Nova Leah fornisce una soluzione automatizzata per l’implementazione e la gestione dei requisiti di sicurezza informatica in tutto il portafoglio di dispositivi medicali. Le aziende clienti di Nova Leah hanno buone probabilità di riuscire a contenere i rischi di sicurezza informatica, in continuo aumento a livello globale.

Un tempo la realtà aumentata era solo fantascienza. Diversamente dalla realtà virtuale (VR, Virtual Reality), ormai affermata, che offre una ricostruzione digitale di una situazione realistica, la realtà aumentata consente di fondere componenti digitali con l’ambiente reale, come ha dimostrato il famoso Pokemon Go. La società dublinese 3D4Medical sostiene da tempo che la realtà aumentata fornisce il potenziale per ridefinire l’assistenza sanitaria e sta portando avanti una serie di progetti innovativi, lavorando a stretto contatto con un colosso tecnologico internazionale che intende applicare la realtà aumentata al proprio modello anatomico esaustivo. Il progetto offre interessantissime opportunità di trasformare l’interazione fra gli operatori sanitari e i pazienti.

3D4Medical sta sviluppando una tecnologia che consente di trasformare in base ai suoi modelli le scansioni MRI (Magnetic Resonance Imaging, immagini a risonanza magnetica) dei pazienti, permettendo ai medici di adattare il modello aumentato alle caratteristiche uniche del paziente. L’azienda sta studiando il modo di fornire una rappresentazione visiva degli effetti della malattia sull’organismo.

L’evoluzione del settore non sarà tuttavia priva di ostacoli. L’instabilità del clima politico costituisce indubbiamente un problema, in questo settore altamente regolamentato. Le aziende devono essere abili da riuscire a superare gli ostacoli creati dalla politica, dalle nuove leggi alla modifica degli accordi commerciali.

Sviluppatori software e imprenditori provenienti ad esempio da Boston e dalla Silicon Valley sembrano aver occupato qualsiasi nicchia. Ovviamente, le società più importanti appaiono determinate a dominare il mercato, e il processo è ancora in corso. Avvalendosi di acquisizioni e risorse di altissimo livello, le principali società affermate nei settori tecnologico, farmaceutico, assicurativo e dei dispositivi medicali stanno espandendo gradualmente la propria quota di mercato. Attualmente il 10% delle società Fortune 500 è costituito dai nuovi protagonisti nel campo dell’assistenza sanitaria e della sanità digitale.
La digitalizzazione dell’assistenza sanitaria offre un’opportunità vitale. Tutti sanno che l’attuale modello statunitense è caratterizzato da costi sanitari elevati, copertura incompleta ed esiti non ottimali. E l’assistenza sanitaria digitale offre l’opportunità di cambiarlo.

Related Articles

Medtech

Novaerus utilizza la potenza del plasma per migliorare la qualità dell’aria e gli esiti dei pazienti

Medtech

Accelerare le sperimentazioni cliniche dei farmaci attraverso l'innovazione: storia di Vitalograph