Fintech News about Ireland Ultime notizie

Enterprise Ireland: agenzia governativa e potenza della tecnofinanza

Eoin Fitzgerald, consulente esperto dello sviluppo per il settore della tecnofinanza presso Enterprise Ireland, descrive i motivi per i quali gli investitori di tecnofinanza dovrebbero prestare particolare attenzione agli investimenti delle agenzie governative.

Enterprise Ireland è molto probabilmente il più grande investitore di tecnofinanza di cui si sia mai sentito parlare. Difatti, Y Combinator potrebbe essere considerata una macchina da start-up, mentre Enterprise Ireland è un’impresa di tecnofinanza.

L’agenzia governativa irlandese responsabile di sostenere le imprese irlandesi e di agevolarne l’internazionalizzazione è anche uno dei maggiori e più prolifici investitori di tecnofinanza nel mondo.

Enterprise Ireland sostiene attivamente un portafoglio di oltre 1.500 società con partecipazioni in qualsiasi momento, comprendendo quasi tutti i settori, incluse le piccole e grandi imprese, nonché le realtà definite “start-up dall’elevato potenziale”.

Lo scorso anno, Enterprise Ireland ha investito oltre 30 milioni di euro in più di 200 società, di cui 90 sono start-up dall’elevato potenziale

Eoin Fitzgerald, consulente esperto dello sviluppo per il settore della tecnofinanza presso Enterprise Ireland.

Alcune società sostenute da Enterprise Ireland sono concentrate esclusivamente sulla fornitura di servizi finanziari. Altre si dedicano alla vendita di soluzioni ICT nei servizi finanziari. Tuttavia, oltre 200 sono imprese di tecnofinanza e circa la metà di queste sono start-up.

Al fine di relativizzare le attività di investimento di Enterprise Ireland, occorre precisare che l’investitore più attivo nell’ambito della tecnofinanza è la californiana Y Combinator. È stata notoriamente definita dal New York Times una “start-up machine”, ovvero una macchina da start-up. Lo scorso anno ha investito in 29 società.

Il secondo investitore più attivo al mondo è stato Enterprise Ireland, che ha investito in 23 società.

Ciò colloca l’agenzia davanti a protagonisti dall’elevato profilo, quali Digital Currency Group e Accel Partners, che hanno sostenuto rispettivamente 19 società, nonché operatori leggendari con sede nella Silicon Valley, quali 500 Startups (17) e giganti di venture capital, come Sequoia (15).

In quanto agenzia di stato, il nostro stimolo primario è la crescita occupazionale senza eccezioni, diversamente da altri investitori che potrebbero concentrarsi esclusivamente sugli indicatori finanziari. Certamente i due fattori non si escludono a vicenda.

Piuttosto, sono due facce della stessa moneta, una constatazione sottolineata dal tasso obiettivo di Enterprise Ireland. In un periodo decennale, l’indice di redditività del capitale investito in tecnofinanza dall’agenzia si colloca ben al di sopra della media del settore.

Il lignaggio dei pagamenti inizia con Fexco

Possedere un lignaggio che risale alla primissima impresa di pagamenti internazionali nel settore della tecnofinanza in Irlanda Fexco, costituita nel 1981, può essere utile.

Attualmente, il gruppo di esperti di tecnofinanza di Enterprise Ireland si occupa di tutte le società del settore, a partire da start-up costituite da due persone sino a imprese in fase di crescita da 500 dipendenti, offrendo un bagaglio di conoscenze senza eguali.

Si tratta del medesimo approccio olistico che Enterprise Ireland adotta nei riguardi del cibo per il quale l’Irlanda vanta una solida reputazione internazionale per l’eccellenza.

La reputazione dell’Irlanda nell’ambito dell’eccellenza nella tecnofinanza è in crescita, con Enterprise Ireland che svolge un ruolo centrale e attivo. L’attività comprende dal contributo alla politica nazionale mediante strumenti quali IFS2020, l’approccio irlandese esteso a tutto il sistema amministrativo per trainare la crescita nel settore dei servizi finanziari, sino ad assumere attivamente una partecipazione azionaria nelle imprese di tecnofinanza promettenti.

Un miliardo di euro di profitti generati dal portafoglio di tecnofinanza nel 2016

Nel 2016, il portafoglio di Enterprise Ireland di oltre 200 società di tecnofinanza ha generato oltre un miliardo di euro di profitti: una storia di enorme successo per l’Irlanda, ma non così nota come meriterebbe. Gli investitori in tecnofinanza di tutto il mondo dovrebbero riconoscere che una società sostenuta da Enterprise Ireland può vantare una significativa certezza di regolarità.

Una tale società possiede necessariamente un orientamento internazionale e avrà affrontato i mercati di tutto il mondo sin dagli albori.

Inoltre, l’esperienza nel concludere accordi di Enterprise Ireland consente alle società di distinguersi dalla concorrenza.

Una tipica società di venture capital concluderà due o forse tre accordi di tecnofinanza all’anno. Di contro, tra il 2014 e il 2017, protagonisti a pieno titolo come 500 Startups e Y Combinator hanno rispettivamente concluso 105 e 102 accordi. Enterprise Ireland ne ha conclusi 85.

Perché scegliere l’Irlanda per la tecnofinanza?

Cosa rende una piccola nazione come l’Irlanda, con una popolazione di appena 4,5 milioni, un terreno talmente fertile per la tecnofinanza? La spiegazione può essere attribuita a una serie di fruttuose circostanze.

In primo luogo, il settore della tecnofinanza irlandese beneficia di un’eccezionale cultura collaborativa. Inconsueto per l’ecosistema imprenditoriale, questo approccio collaborativo include il significativo supporto di agenzie governative e statali, che hanno considerato la tecnofinanza come una priorità nazionale.

I nomi più importanti dei servizi tecnologici e finanziari internazionali

In aggiunta, l’Irlanda beneficia di un’eccezionale selezione di protagonisti internazionali. È la sede delle attività di 9 delle 10 principali società tecnologiche al mondo, tra cui Facebook, Google e Amazon. Questa è la componente “tecno”.

L’Irlanda è anche la sede di alcuni dei nomi più importanti dei servizi finanziari internazionali, da Bank of America Merill LynchBarclays e Sumitomo Mitsui. L’Irlanda è il quarto maggiore esportatore dei servizi finanziari al mondo. Questa è la componente “finanza”.

Benché l’Irlanda ospiti le suddette società di servizi tecnologici e finanziari, tra di esse non vi è competizione per ottenere clienti in Irlanda e ciò consente straordinari livelli di collaborazione.

In aggiunta, ciò consente alle imprese di tecnofinanza un’impareggiabile capacità di assicurare esperienza. Molti dei fondatori della tecnofinanza e della regtech conoscono per esperienza diretta i punti critici del settore, avendo ricoperto cariche dirigenziali.

Inoltre, Enterprise Ireland li sostiene attivamente. Non auspichiamo a diventare membri del consiglio di amministrazione delle società di investimento e non siamo spinti dal medesimo rendimento degli altri investitori. Ciononostante, analogamente a questi ultimi, miriamo a supportare imprese di successo, scalabili e internazionali.

È il nostro impegno quotidiano. Nessun’altra agenzia in nessun’altra parte del mondo sta promuovendo il successo della tecnofinanza allo stesso modo di Enterprise Ireland.  Y Combinator potrà anche essere considerata una macchina da start-up, ma Enterprise Ireland è una fabbrica di tecnofinanza.

Related Articles

Irlanda
Aug 17, 2018

L’Irlanda sale di posizioni nel Quadro europeo di valutazione dell’innovazione