I principali punti di forza dell’Irlanda come hub Medtech includono il suo ambiente normativo esemplare e il livello di collaborazione riscontrabile a tutti i livelli.

Le aziende del settore Medtech irlandese dimostrano da sempre di saper comprendere le complicazioni delle normative che disciplinano il settore sanitario, assicurando la conformità continua. Le aziende irlandesi sono cresciute al servizio delle multinazionali, che negli ultimi 25 anni, hanno costantemente continuato ad aumentare la loro presenza nel paese.

 

Ben 18 delle 25 società Medtech più importanti del mondo si trovano in Irlanda, incluse Boston Scientific, Abbott e Johnson & Johnson, e il paese è secondo in Europa per volume di esportazione di prodotti medici, per un valore annuo di 12,5 miliardi di euro.

Il settore Medtech irlandese è nato da 50 aziende all’inizio degli anni ’90, per arrivare a diventare uno dei cinque hub emergenti a livello globale, con un cluster di 300 aziende. Con 38.000 dipendenti, l’Irlanda conta il massimo numero di professionisti Medtech pro-capite in Europa. Il settore autoctono rappresenta un componente importante di questo cluster Medtech, con oltre 200 aziende che impiegano 6.500 persone. Oggi l’Irlanda vanta aziende autoctone di altissimo livello, dinamiche ed estremamente innovative, che progettano, sviluppano, commercializzano, producono e pubblicizzano tecnologie, prodotti e servizi in tutto il mondo.

Poiché gli investimenti stranieri diretti aumentano di anno in anno, le società di subfornitura irlandesi hanno cominciato a trasformarsi in multinazionali. Nella maggior parte dei casi, hanno iniziato offrendo servizi tecnici di precisione, e in seguito si sono specializzate nel settore Medtech. Hanno sviluppato una capacità notevole e acquisito una straordinaria abilità nel soddisfare anche i requisiti più complessi di clienti e normative, soprattutto quelli imposti dall’FDA negli Stati Uniti e dalle ultime direttiva della Commissione Europea.

 

Oltre che da livelli esemplari di conformità alle normative, le aziende del settore Medtech irlandese sono caratterizzate anche da un’incredibile aderenza agli standard settoriali, che non sono obbligatori, come quelli della Società Respiratoria Europea.

Questo significa che le aziende del settore Medtech irlandese sono sempre al passo con le best practice di settore.

Questa eccellenza per conformità e standard è particolarmente importante in vista della Brexit, poiché l’Irlanda può offrire certezza e chiarezza alle aziende che operano nei restanti 27 paesi membri dell’Eurozona, per quanto riguarda il processo di approvazione di farmaci e dispositivi, oltre alla vendita di prodotti e materiali. Ad esempio, le aziende irlandesi possiedono tutta l’esperienza necessaria per aiutare i clienti a destreggiarsi fra in nuovi Regolamenti sui dispositivi medicali (MDR, Medical Device Regulations) e i Regolamenti sulla diagnostica in vitro (IVDR, In Vitro Diagnostic Regulations), a cui le aziende dovranno conformarsi rispettivamente entro il 2020 e il 2022.

La collaborazione attiva e la condivisione delle conoscenze hanno costituito fattori trainanti essenziali per il successo del settore Medtech irlandese, riconosciuto in tutto il mondo. Evolutosi dalla semplice fabbricazione a un ecosistema più complesso guidato da ricerca e sviluppo, oggi questo settore è caratterizzato da una collaborazione intensiva tra una vasta gamma di partner, che includono istituti di istruzione superiore, personale clinico, società di produzione ed enti pubblici.

In collaborazione con ricercatori di terzo livello e con la comunità clinica, Enterprise Ireland si propone di dare vita a un fervente settore Medtech irlandese, sfruttando iniziative ed elementi chiave quali:

  • Centri tecnologici incentrati sul mercato, in aree come la sanità connessa e la produzione avanzata
  • Health Innovation Hub Ireland, una partnership tra personale clinico, docenti, innovatori e imprenditori di tutta l’Irlanda, che collaborano per accelerare l’innovazione e la commercializzazione nel settore sanitario
  • Gateway tecnologici che sfruttano le competenze specialistiche del settore all’interno degli istituti di tecnologia di tutto il paese, offrendo punti di accesso per la fornitura di soluzioni near-to-market in aree come design, progettazione di dispositivi medicali, produzione e diagnostica
  • BioInnovate Ireland, un programma nazionale di formazione sull’innovazione nelle tecnologie mediche, in cui università, personale clinico e protagonisti del settore collaborano allo sviluppo di nuove tecnologie mediche

Per la struttura stessa dell’ecosistema in Irlanda, le aziende irlandesi sono all’avanguardia nei progressi Medtech a livello globale e possono contare su un facile accesso a innovatori chiave in aree specialistiche di tutto il settore e gli istituti didattici.