Settore Medtech Ultime notizie

L’Irish Advantage secondo le aziende italiane invitate a Med in Ireland 2019

Cresce l’interesse internazionale per Med in Ireland, la vetrina dell’innovazione nel MedTech e Life Sciences organizzata da Enterprise Ireland a Dublino il 10 ottobre 2019. Un centinaio di imprese irlandesi hanno incontrato oltre 300 responsabili R&D e business development provenienti da 40 Paesi del mondo.

La delegazione italiana è, insieme all’americana e tedesca, la più numerosa. Sono ben una ventina i manager italiani a caccia di innovazione e opportunità di new business a Dublino. Attraverso partnership, le aziende italiane possono ricevere una determinante iniezione di innovazione e sfruttare così quel vantaggio unico che l’Irlanda offre. Proprio quell’Irish Advantage protagonista della campagna internazionale promossa da Enterprise Ireland, l’ente governativo per lo sviluppo il trade e l’innovazione. L’obiettivo è far conoscere anche in Italia le potenzialità di collaborazione con l’Irlanda, ch sin Europa è 2° Paese nell’export di medical device e il 1° per innovazione.

Come ha sottolineato il Ministro per il Trade, l’Occupazione e lo sviluppo and Business Pat Breen: “Med in Ireland è una eccezionale opportunità per le organizzazioni internazionali di entrare in contatto con il nostro ecosistema di aziende leader nel design, R&D, engineering e costruzione di medical device. In Irlanda si è creato un network vincente tra PMI, start-up, multinazionali e centri accademici. Il Governo, con il Project Ireland 2040 and Future Jobs, continuerà ad investire anche attraverso Enterprise Ireland per dare impulso alla ricerca e allo sviluppo economico ed occupazionale del settore”.

C’è davvero un Irish Advantage per le imprese italiane del MedTech e Life Sciences?

Secondo Daniele Venturini, Senior Innovation Manager di Orthofix, l’azienda nata a Verona negli anni 80 che oggi opera a livello mondiale nel campo dei medical device per l’ortopedia ricostruttiva e rigenerativa e per le patologie della colonna vertebrale: “Med in Ireland è un’interessante opportunità di business già testata. Il ruolo del mio dipartimento è quello di scoprire, valutare e portare all’interno dell’azienda prodotti, tecnologie, processi e idee. Questo evento sembra essere nato a proposito. L’organizzazione molto compatta nel tempo e gli incontri bilaterali con aziende selezionate precedentemente garantiscono una elevata probabilità di successo. Ci sono già alcune imprese irlandesi con le quali abbiamo intrapreso attività conoscitive e relazioni commerciali. Un grosso supporto è dato dal team di Enterprise Ireland di Milano che sa suggerire incontri con aziende irlandesi che offrono tecnologie adatte alle nostre esigenze”.

Un altro veterano del Med in Ireland è Andrea Mariotto, facente parte del team di R&D LivaNova, presso Saluggia (VC). LivaNova è l’azienda multinazionale con sedi italiane oltre che a Saluggia a Mirandola e Milano, specializzata in medical device per il trattamento delle malattie cardiache: “Grazie alla collaborazione di Enterprise Ireland siamo venuti in contatto con aziende del MedTech irlandese con cui abbiamo già avviato partnership di successo in diversi settori”.

Secondo Francesco Greco, ceo di BEL Bioengineering Laboratories che progetta, produce e distribuisce dispositivi medici per cardiochirurgia, emodialisi, urodinamica, ginecologia e circolazione extracorporea: “La spinta data dall’Irlanda a R&D ed Engineering del MedTech e del Life Sciences rende le imprese irlandesi del settore molto agili nel portare sul mercato soluzioni sempre innovative che ben si adattano alle esigenze delle PMI nostrane”.

Oltre a Orthofix, LivaNova e BEL, sono volati a Dublino i manager di: Eucardia, Herniamesh, Cid Alvimedica, Fresenius Kabi, Qura, Gada, Medtronic Italia per le divisioni Invatec, Bellco e Covidien.

A Med in Ireland si sono stati oltre 1.200 business meeting. Enterprise Ireland ha come obiettivo favorire la creazione di partnership internazionali nel settore del medical device e life sciences, oggi considerato tra i migliori del mondo”, sottolinea Stephen Creaner, direttore di Enterprise Ireland.

Nel 2018, il Life Sciences irlandese ha avuto una crescita del 7% dell’export rispetto ai 12 mesi precedenti. Gli occupati nel settore sono saliti a 40 mila persone, facendo dell’Irlanda il Paese della UE con il maggior tasso percentuale di addetti nel settore.

Related Articles

Medtech
Oct 28, 2019

L’Irish Advantage secondo le aziende italiane invitate a Med in Ireland 2019