Settore Medtech Ultime notizie

La classifica di Medtech Europe: Irlanda # 2 d’Europa per saldo attivo nell’export di medical device

Secondo il rapporto dell’associazione MedTech Europe, nel 2017 il surplus irlandese di esportazioni è stato di € 8,8 miliardi, il più alto d’Europa subito dopo quello tedesco pari a € 9,1 miliardi.
L’Irlanda del medtech supera di gran lunga la Svizzera.
E lItalia? Resta in fondo alla classifica.

La Germania con 83 milioni di abitanti, nel 2017, totalizza € 9,1 miliardi sulla bilancia commerciale del medtech. L’Irlanda, con meno di 5 milioni di abitanti, la tallona con € 8,8 miliardi. Segue a distanza, la Svizzera, al 3° posto con una bilancia positiva di € 5,7 miliardi. L’Italia è fanalino di coda con un saldo negativo di € 1,7 miliardi.

La classifica è stata stilata dall’associazione MedTech Europe che rappresenta le industrie europee del settore dei medical device. Il report annuale offre agli stakeholder internazionali la fotografia economica del settore dei medical device e dei test in vitro. Negli ospedali e a casa, ogni giorno la salute delle persone viene migliorata e tutelata grazie a 500 mila dispositivi medici diversi.

L’Irlanda esporta in oltre 100 Paesi nel mondo ed è leader in molti prodotti. Basta pensare che l’80% degli stent cardiovascolari impiantati nel mondo è prodotto in Irlanda. Mentre un malato di diabete su 4 utilizza dispositivi made in Ireland. Enterprise Ireland ha delegazioni in oltre 30 Paesi del mondo per promuovere sia l’export sia l’innovazione nazionali. Enterprise Ireland, infatti, investe direttamente nelle imprese più innovative, tanto da essere oggi il 3° maggior Venture Capitalist d’Europa. La sede di Milano è a disposizione dei business development italiani.

Il report sottolinea che il settore è fortemente innovativo, il primo per numero di brevetti concessi all’anno dall’European Patent Office: oltre 13 mila di cui il 40% depositati da Paesi europei e il 37% dagli Stati Uniti. Proprio l’innovazione è il motore del successo irlandese. Considerata uno dei primi 5 hub del medtech del mondo, l’Irlanda è il Paese più innovativo dell’Unione Europea. Il 60% delle aziende medtech hanno R&D al loro interno con una spesa annua di oltre € 205 milioni.

In tutta Europa, il settore impiega direttamente 675.000 addetti, quasi un terzo solo in Germania. Ma è l’Irlanda il Paese con la più alta occupazione nel medtech in rapporto alla popolazione. Con 38.000 impiegati, secondo il report di MedTech Europe, nel 2017 l’Irlanda ha registrato € 10,8 miliardi di export, mentre l’Italia con 76.000 addetti ha esportato per € 3,7 miliardi.

Nel vecchio continente si contano 27 mila aziende, di cui il 95% ha meno di 250 addetti. L’Irlanda vanta un ecosistema che include multinazionali, piccole e medie aziende. Ben 18 dei 25 leader mondiali sono insediate in Irlanda, comprese Boston Scientific, Abbott e Johnson & Johnson. Una nuova generazione di aziende irlandesi, giovane e dinamica, sperimenta innovative tecnologie medicali in grado di soddisfare le esigenze dei leader di mercato e dei partner a livello globale.

Related Articles

Medtech
Oct 28, 2019

L’Irish Advantage secondo le aziende italiane invitate a Med in Ireland 2019