Agritech Ultime notizie

Innovation Arena 2020: i progetti premiati per l’Agri-tech e la digital farm

Dal robot per monitorare i polli ai mangimi a base di insetti, dal BovineHub al Terzo Braccio per l’agricoltore. I premi dell’Innovation Arena 2020 dell’Agri-tech europea sono sotto il segno di Sostenibilità e Sicurezza per la Digital Farm. La competizione virtuale per il 10° anniversario ha visto sfidarsi 60 progetti reali e pronti per andare in campo.

Enterprise Ireland, l’agenzia governativa per lo sviluppo del commercio e dell’innovazione, 1° Venture Capital d’Europa, non si è lasciata fermare dal Covid-19 nella sua attività di ricerca e supporto alle nuove tecnologie.

Così anche quest’anno la selezione dei migliori progetti per il futuro dell’agri-tech ha raccolto oltre 60 innovative candidature.

La premiazione si è tenuta il 16 Settembre nell’edizione virtuale della 10° Innovation Arena dell’Agritech europea. Fino al 2019 l’Innovation Arena è stata al centro del National Ploughing Championships, la più grande fiera agricola all’aperto del mondo che si tiene in Irlanda ogni Settembre da quasi un secolo. A causa della pandemia la fiera è stata annullata, ma Enterprise Ireland ha comunque lanciato la call for ideas e ha selezionato i migliori progetti già pronti per andare in campo e in stalla.

Il padiglione dell’Innovation Arena, anche se virtuale, è una vetrina delle nuove tecnologie agro-ingegneristiche ideali anche in Italia per l’agricoltura e l’allevamento 4.0. In particolare la digital farm diventa una realtà grazie alle proposte delle start-up premiate dal Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Damien English. I vincitori 2020 sono sia start-up sia piccole e medie imprese irlandesi.

Il robot Gallus nel pollaio

Si chiama Gallus il robot della start-up Iamus che negli allevamenti di polli rileva con una serie di sensori e tecnologie IoT dati fondamentali per migliorare il benessere degli animali e la redditività. Rilevazioni come temperatura, umidità, cibo e acqua consumate, sono elaborati in tempo reale e trasmessi come grafici e avvertimenti all’allevatore o al veterinario. Le informazioni ricevute anche sullo smartphone permettono di intervenire precocemente, garantendo la salute del pollame. Iamus, battezzata come il figlio veggente del dio Apollo, è specializzata in robotica e intelligenza artificiale ed è stata fondata nel giugno 2018 presso il NovaUCD, l’acceleratore dell’University College di Dublino. Ancora altri giovani per il premio dedicato al miglior software. Ha vinto la start-up Equine MediRecord con il primo registro medico elettronico per i cavalli da corsa in linea con le regole anti-doping e di welfare stabilite dagli organismi di controllo internazionali.

La dieta giusta e sostenibile

Un veloce passaggio sul BovineHub, una bilancia piena di sensori che rileva peso e altri dati significativi per il benessere animale, e ogni capo della mandria sarà monitorato costantemente per stabilire la dieta più adatta e intervenire in caso di variazioni significative. A fondare la start-up StrongBó è stato due anni fa Micheal McInerney, giovane ingegnere figlio di un allevatore di Galway. Ancora innovazione nella dieta animale: Hexafly ha vinto il premio nella categoria Sustainable Agriculture. La start-up infatti ricava dall’allevamento di insetti un mangime altamente proteico e a impatto zero, impiegato soprattutto in itticoltura e allevamenti avicoli. Il progetto è l’applicazione perfetta dell’economia circolare e della scienza del riciclo che dovrà guidare le scelte responsabili per sfamare il mondo.

Il terzo braccio dell’agricoltore

I trattori sono ormai troppo grandi e l’operatore dalla cabina non riesce ad arrivare alle barre elevatrici per regolarne l’ampiezza. Philip Dickson, un agricoltore con lo spirito dallo startupper, ha inventato la soluzione: il Third Arm, il terzo braccio che comandato dalla cabina garantisce il perfetto allineamento e si applica a qualunque modello di trattore. Il Third Arm è stato premiato come start-up nella categoria Farm Safety, mentre come azienda ormai affermata è stata scelta Dromone. Il suo HAL system è il primo gancio di traino con molteplici sensori collegati a un monitor in cabina che avvisa il guidatore della correttezza dell’operazione.

And the Overall Winner 2020 is…

Il vincitore assoluto dell’Innovation Arena 2020 come impresa è stata la Malone Farm Machinery con il Malone Express. Un capolavoro di ingegneria meccanica ed ergonomia: il nuovo rimorchio con elevatore carica ben 16 grandi balle di fieno su uno chassis più corto degli attuali in commercio sfruttando al massimo lo spazio e garantendo così maggiore sicurezza del trasporto.

Per maggiori informazioni basta contattare a Milano Roberta di Gesù, Market Advisor del settore Agri-Tech.

Related Articles

Agritech
Sep 28, 2020

Innovation Arena 2020: i progetti premiati per l’Agri-tech e la digital farm

Agritech

L’irlandese DairyMaster e il Consiglio italiano per la Ricerca e l’Analisi dell’Economia Agraria: insieme per migliorare il benessere e la redditività delle mucche da latte anche in Italia.

Agritech

L’evoluzione di KEENAN chiude il cerchio con una tecnologia che mira a creare un allevamento più tecnologico e quindi piu’ efficiente