Settore Medtech Ultime notizie

Il futuro del MedTech. I trend presentati dagli esperti internazionali. L’esempio dell’Irlanda che sta trasformando l’healthcare nel mondo.

Come sarà l’healthcare tra qualche anno? E quali i trend dell’industria dei medical device? In un quadro di rapidi e radicali cambiamenti l’Irlanda gioca un ruolo da protagonista. Lo dimostrano le cifre riportate dal Ministro del Commercio, Lavoro e Affari Pat Breen che ha aperto il convegno a Med in Ireland 2019, la più importante vetrina del MedTech irlandese è organizzata da Enterprise Ireland l’ente governativo per il trade e l’innovazione, 3° VC d’Europa.

L’Irlanda è il 2° esportatore di medical device in Europa. Le oltre 300 aziende irlandesi e 18 delle 25 principali multinazionali del settore insieme creano un eccezionale ecosistema che si basa su collaborazione e innovazione. Sono infatti made in Ireland l’80 degli stent impiantati nel mondo, il 25% dei sistemi di controllo usati dai diabetici e un terzo delle lenti a contatto”.

Davanti agli innovation & business development manager di 40 Paesi, Chris Coburn, Chief Innovation Officer di Partners Healthcare, la più importante accademia di ricerca privata americana conferma: “L’healthcare sta vivendo grandi trasformazioni in America. E l’Irlanda è protagonista nell’innovazione del MedTech con nuove tecnologie e un nuovo modo di produrre che le danno un carattere distintivo”.

Rapidità è la parola d’ordine per il successo dell’industria del settore. Per ottenerla la soluzione è collaborazione. “In Irlanda l’intero ecosistema lavora in sintonia: piccole e grandi aziende, centri di ricerca, università, ospedali con medici e infermieri coinvolti. I progetti possono così progredire più rapidamente verso la validazione e il mercato”. Sottolinea Liam Kelly, Presidente e CEO di Teleflex, la multinazionale produttrice di tecnologie medicali.

La domanda globale di medical device è destinata a crescere nei prossimi 30 anni. Nuovi mercati si affacciano in modo promettente. In tutto il mondo l’invecchiamento della popolazione porta nuove sfide per migliorare le cure e l’assistenza riducendo i costi.

Come testimonia la dottoressa Ibtesam Al Bastaki, Direttrice dell’Investment & Private Partnership Dubai Health Authority, responsabile dello sviluppo di progetti per la salute, sia privati che pubblici: “Anche a Dubai l’introduzione della telemedicina e delle nuove tecnologie sarà determinante. Ci sono ampi spazi di mercato da colmare in diverse aree: dalla riabilitazione alla medicina di precisione all’assistenza domiciliare”.

Il risultato sarà un modello che vedrà al centro il paziente. “A favorire questa evoluzione sarà la collaborazione tra diversi player e la digitalizzazione – dice Tanja Valentin, Direttrice External Affairs di MedTech Europe, l’associazione che raggruppa imprese e istituzioni europee del settore dei dispositivi medici. – La digitalizzazione è già un processo avviato ma il suo successo nel MedTech risiederà nella gestione e analisi dei big data”.

Ci saranno non solo nuove cure ma un nuovo paradigma. Paudie O’Connor, Vice Presidente Manufacturing di Boston Scientific, la multinazionale statunitense leader nello sviluppo e produzione di apparecchi biomedici sottolinea che: “Raccogliere dati e interpretarli a beneficio dell’impresa e della salute è sempre più essenziale. I produttori di medical device dovranno anche cercare di coinvolgere i pazienti”. I millennials, infatti, hanno un approccio completamente diverso alle cure: più dinamico e informato.

Per soddisfare il mercato e avere successo la collaborazione sarà fondamentale. Collaborazione tra Paesi, come Enterprise Ireland invita le imprese italiane a fare con l’ecosistema irlandese. Per ogni informazione il team di market advisor è a disposizione negli uffici di Milano.

Related Articles

Medtech
Apr 6, 2020

L’Italia vuole potenziare la telemedicina. L’esempio dell’Irlanda con Wellola.

Medtech
Mar 30, 2020

Aerogen aumenta le soluzioni per curare nel mondo i pazienti da Covid-19

Medtech

Marchio CE per il test rapido molecolare Covid-19 di HiberGene: risultati in 30 minuti