Skip to main content
Transport & Mobility Ultime notizie

Forbes presenta il Dublin Smart Mobility Hub nello speciale Strade Intelligenti

“Il cielo dIrlanda si tinge dinnovazione e ridisegna le sue città. Un grande obiettivo condiviso a livello internazionale che qui ha tra i suoi piani dazione lo Smart mobility hub, il progetto avviato nel 2021 e dedicato a facilitare gli spostamenti di chi lavora. Promosso dalla Città di Dublino è progettato con il supporto di startup che lavorano per il digitale come Bleeperbike, brand come Nissan, lUniversity College Dublin e lagenzia governativa per linnovazione e il trade Enterprise Ireland”, così si legge nell’articolo di Marzia Papagna pubblicato su Forbes che ha dedicato la cover story del numero di Gennaio 2022 alle innovative Strade Intelligenti.

Nell’articolo il programma è descritto da uno degli ideatori, l’italiano Francesco Pilla, professore dell’University College Dublin e vincitore nel febbraio 2021 del Future Innovation Prize indetto dalla fondazione Science Foundation Ireland.

Come racconta a Forbes il prof. Pilla: “Lidea é nata con il team di Smart Dublin, il dipartimento di innovazione della Città di Dublino, con cui collaboro strettamente da diversi anni. Dublino è una delle città con tempi di pendolarismo più alti in Europa per via della sua bassa densità e delluso elevato della macchina. Abbiamo pensato di pilotare un nuovo schema di sharing mobility che integra automobili, biciclette elettriche e bici cargo elettriche per renderlo più flessibile di tradizionali schemi con solo macchine o biciclette e vedere se effettivamente le persone decidono di lasciare la loro macchina a casa affidandosi al nostro schema e al trasporto pubblico”.

Il supporto di Enterprise Ireland

Grazie a Enterprise Ireland sono stati lanciati quattro pilots focalizzati sugli impiegati di quattro enti comunali. Nel 2022 il progetto verrà ampliato coinvolgendo anche l’ospedale St James che ha un campus molto esteso e si trova nel centro di Dublino.

Tom Kelly, a capo del dipartimento di innovazione di Enterprise Ireland, ha definito lo Smart Mobility Hub: “fondamentale per stimolare lo sviluppo di progetti di ricerca per e con il settore pubblico. Lobiettivo è anche quello di contribuire alla trasformazione delle problematiche sociali. Promuovere un approccio pratico e un processo di co-design tra le realtà economiche locali e le istituzioni, per capire meglio cosa funziona nel concreto”.

L’era della condivisione

I sensori montati su auto elettriche e biciclette monitorano l’uso dei veicoli e gli spostamenti. Dall’analisi dei dati nei prossimi mesi arriveranno indicazioni preziose per espandere il servizio e redigere decreti municipali ad hoc.

Comunque, il primo risultato positivo è la collaborazione tra università, enti pubblici, industria e cittadini. Come ha dichiarato al lancio del progetto il sindaco di Dublino Alison Gilliland: “Il Consiglio comunale di Dublino è pienamente impegnato in azioni che puntano a combattere il cambiamento climatico e la riduzione delle emissioni di carbonio in città. Siamo orgogliosi di questa collaborazione sulla mobilità intelligente per dare ai luoghi di lavoro una nuova forma e nuove possibilità”.

Related Articles