Skip to main content
Ultime notizie

Enterprise Ireland è il Venture Capital più attivo d’Europa: 988 deal dal 2018

Secondo il nuovo report di PitchBook Data, la società di analisi del mercato mondiale dei Venture Capital, Private Equity e M&A, Enterprise Ireland è l’investitore domestico più attivo d’Europa nel periodo dal 2018 al primo semestre 2022.

Con ben 988 operazioni portate a termine in 4 anni e mezzo in Irlanda, l’agenzia governativa per lo sviluppo e l’innovazione ha surclassato ogni altro Paese europeo. Infatti Enterprise Ireland supera del 42% il 2° in classifica, BpiFrance che ne totalizza 696.

Enterprise Ireland non è nuova a simili successi, eccezionali per un Paese con meno di 5 milioni di abitanti. Nel 2019 era 1° in Europa e nel 2020 si piazzava al 1° posto al mondo. Nel suo portfolio ci sono unicorni, come Flipdish, aziende leader del biotech come Nuritas.

Leo McAdams, responsabile del settore Investment di Enterprise Ireland ha sottolineato: “Enterprise Ireland si impegna affinché le aziende irlandesi, in particolare le startup, abbiano accesso al capitale per scalare ed espandersi nei mercati globali. Enterprise Ireland fornisce assistenza dinamica e innovativa alle aziende che così possono crescere e creare posti di lavoro in tutta l’Irlanda svolgendo un ruolo determinante per le economie locali e le comunità”.

Enterprise Ireland supporta dalle startup che muovono i primi passi alle realtà che necessitano di seed funding o capitali più ingenti. L’agenzia governativa investe non solo direttamente nelle imprese, ma anche in fondi di venture capital, affinché essi possano a loro volta supportare aziende irlandesi altamente innovative, pronte ad espandersi su scala internazionale. Il network dell’agenzia facilita i collegamenti con angel investor e clienti internazionali. Anche numerose startup italiane hanno trovato proprio a Dublino il supporto necessario per crescere e internazionalizzarsi.

Secondo PitchBook, gli investitori europei sono stati particolarmente attivi nelle operazioni domestiche quest’anno, con la loro quota sul totale delle operazioni in aumento rispetto al 2021. Secondo i dati di PitchBook, nel primo semestre del 2022, circa 56,3 miliardi di euro sono stati investiti in 5.526 operazioni. Di questi round, il 42,6% comprendeva solo investitori europei – 2.353 operazioni per un valore di 11,7 miliardi di euro – rispetto al 39,3% del totale del 2021.

Negli ultimi anni, i VC extra-europei sono diventati sempre più presenti in Europa, aumentando i volumi dei deal. Tuttavia, negli ultimi mesi hanno rallentato la loro attività, lasciando un divario più ampio da colmare per gli investitori domestici.

Il report di PitchBook è su: Europe’s most active domestic venture investors | PitchBook.

Related Articles

Aerospace
Oct 6, 2022

10 imprese irlandesi leader nell’aerospace in visita all’ESA e all’ASI di Roma

Medtech
Sep 30, 2022

Trade mission di 12 aziende irlandesi medtech nel polo biomedico di Mirandola