News about Ireland Ultime notizie

Brexit e Covid-19: il supporto di Enterprise Ireland per vincere la doppia sfida

Il Covid-19 ha messo a dura prova l’economia globale. Ma l’Irlanda si trova a dover fronteggiare in contemporanea un’altra sfida: la Brexit che dal 1° Gennaio 2021 sarà definitivamente operativa. La Gran Bretagna è tradizionalmente sempre stato il principale mercato per l’Irlanda.

Nonostante le difficoltà del 2020, grazie al supporto di Enterprise Ireland, le aziende irlandesi hanno pianificato le strategie per fronteggiare pandemia, Brexit e diversificazione dei mercati.

Il quadro non è omogeneo, come rivela la ricerca svolta durante l’International Market Week, l’evento – quest’anno virtuale – che dal 5 al 9 Ottobre ha permesso a oltre 700 imprese irlandesi di avere 2mila incontri con gli 140 esperti dei 40 uffici dell’agenzia governativa sparsi nel mondo.

Ottimismo per export e occupazione

Infatti, se 1 impresa su 3 ha visto calare le esportazioni nel 2020, alcuni settori, come Lifescience e Digital, hanno avuto un balzo del 30%.

In generale, da Gennaio a Settembre 2020 c’è stato un calo dei contratti internazionali del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Eppure non manca l’ottimismo. Il 57% delle aziende si aspetta una crescita di fatturato e l’83% intende assumere nuovi addetti.

Come sottolinea Julie Sinnamon, CEO di Enterprise Ireland: “L’Irlanda aveva chiuso il 2019 in una posizione di forza con esportazioni per oltre 25 miliardi di euro. Ma il 2020 ha messo tutti a dura prova. Non bisogna quindi esitare a ricorrere al supporto offerto da Enterprise Ireland per sviluppare e adattare prodotti e servizi alla nuova domanda internazionale perché stiamo entrando in un mondo nuovo”.

2 mila addetti in più per gestire la Brexit

Secondo un precedente sondaggio svolto da Enterprise Ireland su 600 aziende, il 42% si dichiara già pronta ad affrontare i cambiamenti imposti dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. I lunghi negoziati hanno dato l’opportunità alle imprese irlandesi di ricevere supporto, sia finanziario sia di consulenza, da parte di Enterprise Ireland per traghettarsi alla nuova gestione.

Una nuova gestione non facile da implementare. Infatti il 75% delle imprese considera tra i maggiori problemi da superare la logistica e le imposizioni doganali conseguenti la Brexit.

“Le nostre relazioni commerciali con la Gran Bretagna cambieranno dal prossimo 1° Gennaio – spiega Giles O’Neill, direttore della Brexit Unit di Enterprise Ireland. – Si stima che il numero di dichiarazioni doganali passerà da 1.7 milioni all’anno a 20 milioni nel 2021. Un carico di lavoro che richiederà complessivamente 2 mila addetti in più”.

Molte imprese dovranno quindi investire in IT e in personale nuovo addetto alle pratiche doganali. Per queste nuove assunzioni mirate, Enterprise Ireland ha istituito finanziamenti a fondo perduto e consulenza.

Related Articles